Fedeli d'amore @ Teatro Sannazaro, Napoli [dal 15 su 17 giugno]

Fedeli d'amore


11
15 - 17
giugno
21:00 - 20:00

 Pagina di evento
Teatro Sannazaro
Via Chiaia 157, 80122 Naples, Italy
polittico in sette quadri per Dante Alighieri

di Marco Martinelli
ideazione e regia Marco Martinelli e Ermanna Montanari
in scena Ermanna Montanari
musica Luigi Ceccarelli
tromba Simone Marzocchi
regia del suono Marco Olivieri
spazio e costumi Ermanna Montanari e Anusc Castiglioni
ombre Anusc Castiglioni
disegno luci Enrico Isola
tecnico luci e video Fagio
tecnico ombre Alessandro Pippo Bonoli
realizzazione musiche Edisonstudio Roma
consulenza musicale Francesco Altilio, Giulio Cintoni, Cristian Maddalena, Mirjana Nardelli, Fabrizio Nastari, Giovanni Tancredi, Andrea Veneri
consulenza iconografica Alessandro Volpe
organizzazione e promozione Silvia Pagliano, Francesca Venturi
produzione Teatro delle Albe/Ravenna Teatro in collaborazione con Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival Italia e Ravenna Festival

Teatro Sannazaro
15, 16 giugno ore 21.00
17 giugno ore 19.00
durata 1 ora

fedeli d’Amore è un “polittico in sette quadri” scritto da Marco Martinelli. A parlarci, nei singoli quadri, sono voci diverse: la nebbia di una notte ravennate del 1321, il demone della fossa, un asino in croce, il diavolo del rabbuffo, l’Italia che scalcia se stessa, Antonia figlia di Dante Alighieri, e una fine che non è una fine.

Queste voci ci parlano del profugo, del poeta fuggito dalla sua città che lo ha condannato al rogo, e ora è sul letto di morte in esilio, a Ravenna, in preda a febbre malarica. La nebbia per prima si infila nelle fessure delle finestre e entra in quella cameretta, e ce lo descrive così, con la mente annebbiata e delirante, sulla soglia del passaggio estremo.

Quella povera carne si spegne, e nel suo estinguersi è aggredita da visioni e lampi dal passato, fino a ritrovare l’antica amicizia con i fedeli d’Amore, fino alla visione del Dante bambino. Voce e scrittura disegnano l’opposizione allo stato delle cose che governa il mondo ancora oggi, così come lo governava nel tardo Medioevo. Amore è ciò che ci fa ribelli, è la forza che libera l’umanità dalla violenza, che salva “l’aiuola che ci fa tanto feroci”.

Le voci di questo “polittico” sono un’unica voce che ne sa contenere innumerevoli, quella di Ermanna Montanari: aria, fuoco, suono, materia. La drammaturgia porta il segno della scrittura “corsara” di Marco Martinelli, capace di intrecciare l’intimo e il politico, psiche e mondo.

Questo “polittico” per il palcoscenico arricchisce l’itinerario che, insieme a Ravenna Festival, Martinelli e Montanari e il Teatro delle Albe hanno iniziato nel 2017 con Inferno, e che proseguirà nel 2019 e 2021 con le altre due cantiche della Divina Commedia.

fedeli d’Amore è un ulteriore tassello della loro incessante ricerca drammaturgica, vocale, musicale e visiva, insieme a sapienti come Luigi Ceccarelli e Marco Olivieri, Anusc Castiglioni e Simone Marzocchi; e si inserisce in quel solco dove centrale è l’alchimia vocale-sonora della figura.

— a polyptych in seven panels for Dante Alighieri

by Marco Martinelli
devised and directed by Marco Martinelli and Ermanna Montanari
on stage Ermanna Montanari
music Luigi Ceccarelli
trumpet Simone Marzocchi
sound director Marco Olivieri
space and costumes Ermanna Montanari and Anusc Castiglioni
shadows Anusc Castiglioni
light design Enrico Isola
lighting and video technician Fagio
shadows technician Alessandro Pippo Bonoli
musical realisation Edisonstudio Roma
musical consultancy Francesco Altilio, Giulio Cintoni, Cristian Maddalena, Mirjana Nardelli, Fabrizio Nastari, Giovanni Tancredi, Andrea Veneri
iconographic consultancy Alessandro Volpe
organisation and promotion Silvia Pagliano, Francesca Venturi
produced by Teatro delle Albe/Ravenna Teatro in collaboration with Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival and Ravenna Festival

Teatro Sannazaro
June 15 and 16, H 21.00
June 17, H 19.00
timing 1 H

fedeli d’Amore is a “polyptych in seven panels” written by Marco Martinelli. Different voices speak to us in the individual panels: the fog of a Ravenna night in 1321, the demon of the pit, a donkey on the cross, the scuffle devil, Italy kicking herself, Dante Alighieri’s daughter Antonia, and an end that is not an end.

These voices speak to us of the refugee, of the poet who fled his own city which had condemned him to burning at the stake, and now he is on his deathbed, exiled in Ravenna, sick with ague. First the fog slips into the window cracks, enters that room and describes him thus, with his mind misted and delirious, on the threshold of the extreme transition.

That poor flesh weakens, and in expiring it is assailed by visions and flashes from the past, until he once more finds the ancient friendship with Love’s faithful, until the vision of the child Dante. Voice and writing trace out opposition to the state of things that still govern the world today, as they governed it in the late Middle Ages. Love is what makes rebels of us, it is the force that frees humanity from violence, that saves “the garden plot that renders us so fierce”.

The voices of this “polyptych” are one single voice that can contain numberless voices, that of Ermanna Montanari: air, fire, sound, matter. The dramaturgy carries the sign of Marco Martinelli’s “corsair” writing, interweaving the intimate with the political, psyche and world.

This “polyptych” for the stage enriches the itinerary which, together with Ravenna Festival, Martinelli, Montanari and Teatro delle Albe began in 2017 with Inferno, and which will continue in 2019 and 2021 with the other two parts of The Divine Comedy.

Love’s faithful is one more tessera in their ceaseless dramaturgical, vocal, musical and visual research, alongside such wise folk as Luigi Ceccarelli and Marco Olivieri, Anusc Castiglioni and Simone Marzocchi; and it lies in that furrow where the vocal-sound alchemy of the figure is central.
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi prossimi @ Teatro Sannazaro:

Corpo B
Teatro Sannazaro
SportOpera
Teatro Sannazaro
Il gioco celeste | mostra di Riccardo Dalisi
Teatro Sannazaro
Canto por el 'Che' deportista
Teatro Sannazaro
Tribune
Teatro Sannazaro
Pentathlon moderno
Teatro Sannazaro
Leni, il trionfo della bellezza
Teatro Sannazaro
La nuotatrice
Teatro Sannazaro
Roger
Teatro Sannazaro

Eventi più atteso in Napoli :

Sting & Shaggy Live a Napoli • 30 Luglio
ETES Arena Flegrea
STING | Noisy Naples Fest
ETES Arena Flegrea
Paul Kalkbrenner | Noisy Naples Fest 2018
ETES Arena Flegrea
Kasabian | Noisy Naples Fest 2018
ETES Arena Flegrea
Kasabian live a Napoli • 15 Luglio
ETES Arena Flegrea
Sting
ETES Arena Flegrea
COEZ live | Napoli - ETES Arena Flegrea - Noisy Naples Fest 2018
ETES Arena Flegrea
La Maschera in Concerto all'Ex OPG "Je so' Pazzo"
Ex OPG Occupato - Je so' pazzo
Paul Kalkbrenner - Napoli
ETES Arena Flegrea
Sunset Malandrino a Palazzo Petrucci | 27 giugno - 19.30
Palazzo Petrucci
Gli eventi più popolare nel tuo newsfeed!