E ora qualcosa di completamente diverso - Švankmajer, Mary & Max @ l'Asilo, Naples [14 novembre]

E ora qualcosa di completamente diverso - Švankmajer, Mary & Max


421
14
novembre
21:00 - 23:00

 Pagina di evento
l'Asilo
vico Giuseppe Maffei 4, 80138 Napoli
martedì 14 novembre | ore 21 | Sala Cinema | l'Asilo

Esperimenti di un altro cinema d'animazione
E ORA QUALCOSA DI COMPLETAMENTE DIVERSO

Secondo appuntamento

BREAKFAST (episodio di FOOD)*
di Jan Švankmajer (Repubblica Ceca, 1994), 6’
+
MARY AND MAX**
di Adam Elliot (Australia, 2009), 88’, v.o. sott.it

*Food
«Il mondo si divide in due categorie… quelli che non hanno mai sentito parlare di Jan Švankmajer e quelli che hanno visto i suoi lavori e sanno di essersi trovati faccia a faccia con un genio» (The New Yorker). Tanto basterebbe a presentare questo burattinaio, plasmago tattile, ottantatreenne regista ceco. A una sua opera è ispirata la locandina della nostra rassegna, e non poteva essere diversamente: padre spirituale dell'animazione d'autore, surrealista praghese censurato dal regime stalinista, zoologo del fantastico, artigiano dello stupore, se per Milos Forman è a metà fra Disney e Bunuel, per autori quali Terry Gilliam, Henry Selick e i fratelli Quay Svankmajer è riconosciuto maestro indiscusso. Ossessionato dagli oggetti e dal loro linguaggio, la sua cifra stilistica ne prevede la ri-animazione, specie per i rifiuti, donando loro una seconda vita, in un mix fra Frankenstein e Arcimboldo. Le sue opere, attraverso le quali instaura un dialogo, disturbato e lynchiano, con la sua stessa infanzia (Alice), vedono l'esaltazione del surrealismo a filosofia di vita, percorse da uomini ripresi in live action ridotti a burattini. Della sua produzione si è scelto in particolare un episodio di Food, nel quale è ravvisabile la sua ossessione per il cibo, la sua cura per i rumori (che si dice nasca da esperimenti con l'LSD condotti dall'esercito ceco cui si sottopose volontariamente), la corporalità grottesca, e lo humor gotico e boemo, a tratti kafkiano.

**Mary and Max
Un film indie… in stop motion! Seguiremo in parallelo le storie di due personaggi fragili che, a seguito di un improbabile incontro a distanza, si intrecciano, realisticamente immortalati l'uno nel nitore del bianco e nero e l'altro in una malinconia a tinte seppia. Mary, una bambina australiana che cerca di trovare la sua strada e il suo posto in un mondo che le rema contro, a partire dalla famiglia fino al destino che non le risparmia nessun colpo basso, che chiude aiuto a Max, un ebreo newyorchese, imbolsito e solitario, indolente e autoindulgente, fortemente a disagio con gli altri e col mondo circostante. Questo film riesce nella difficile impresa di stabilire un link empatico fra lo spettatore e questi personaggi di fantasia, mettendo impietosamente in luce le vulnerabilità e gli sforzi che due esseri umani sono chiamati a compiere pur di rimanere se stessi, in una società respingente e alienante, che predica la disumanizzazione. Ispirandosi a una sua vera corrispondenza letteraria, Adam Elliot accetta e vince la sfida di affidare alla capacità di mimesi dell'animazione il compito di rendere, con verosimiglianza, gli impervi percorsi di un'amicizia, fatta di battute d'arresto, delusioni, speranze disattese, sentimenti traditi e capacità di perdonare. Già vincitore d'un Oscar per Harvie Krumpet, l'autore definisce Mary and Max, presentato con successo al Sundance, una clayography: una biografia d'argilla, per la vibrante emotività che i suoi pupazzi, come e più degli umani, sono capaci di trasmettere, con le loro relazioni più vere di tante altre realmente esistenti.

— Per approfondimenti sulla rassegna:
exasilofilangieri.it/ora-qualcosa-completamente-diverso-rassegna-cinema-sperimentale-danimazione/


A l'Asilo i concerti, gli spettacoli, le proiezioni, gli incontri sono ad ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve ad abbattere le spese minime e a dotare gli spazi dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti la sperimentazione politica, giuridica e culturale avviata all’Asilo.
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi prossimi @ l'Asilo:

Fare cultura, fare mutualismo - Napoli
l'Asilo
Geografie del suono #43 // Alvin Curran + OEOAS
l'Asilo

Eventi più atteso in Napoli :

Mercatini di Natale Sorrento-Soli 20 €
I Viaggi in bus da Napoli
L'esercito di Terracotta a Napoli - visita guidata con Curiosity Tour
Piazza Dante, 80135 Napoli NA, Italia
WOO! presenta Laurent Garnier
Duel Club
Napoli segreta: passeggiata al centro storico con pizza fritta!
Centro storico di Napoli
William Basinski a Napoli / Chiesa di San Potito
Via Salvatore Tommasi, 1, 80135 Napoli NA, Italia
Aperitour domenicale al Centro Storico!
Napoli - Centro Storico
Gazzelle • Hart • Napoli
Hart
EX-Otago • Hart • Napoli
Hart
Tombolata vaiassa + cena da 'o Vascio sui Quartieri Spagnoli
Metropolitana Via Toledo
Un tesoro nascosto: Il Museo Filangieri a via Duomo
Napoli Via Duomo
Gli eventi più popolare nel tuo newsfeed!