Salviamo il Vesuvio #BastaFiamme ,lottiamo uniti tutti cittadini @ Piazza Giacomo Matteotti, 80134 Napoli NA, Italia, Napoli [dal 25 luglio su 4 agosto]

Salviamo il Vesuvio #BastaFiamme ,lottiamo uniti tutti cittadini


24
25
lug
 
- 4
ago
16:55 - 00:59

 Pagina di evento
Piazza Giacomo Matteotti, 80134 Napoli NA, Italia
VeSuVio #BastaFiamme per la prevenzione la pianificazione e la gestione del rischio in tutta la nazione.

il Vesuvio come simbolo e capofila per una mobilitazione generale che da Napoli coinvolga tutta la Nazione in particola la Sicilia terra anch'essa tanto martoriata da incendi e piromani senza scrupoli senza coscienza e senza dignità alcuna!

Noi amiamo il Vesuvio,«a Muntagna» oltre che un vulcano è simbolo di cultura e storia Napoli e di tutto il SUD italia,simbolo emblematico insieme all'ETNA dell'antico stato Siciliano (poi divenuto DELLE DUE SICILIE). Noi che amiamo e conosciamo i suoi sentieri,noi che amiamo e salvaguardiamo la fauna,denunciamo, segnaliamo e ci attiviamo perché si faccia immediatamente la dovuta prevenzione antincendio boschivo. Noi siamo Anime che amiano il Vesuvio e adesso ci lasciate sole e abbandonate da uno stato incoscientemente folle e apatico. Adesso è giunto il momento di far sentire la nostra voce in massa perché la situazione è estremamente drammatica ed affinchè ciò che abbiamo vissuto non si ripeta mai più. Vogliamo partire dal Vesuvio per denunciare la mancanza di prevenzione,di pianificazione e di gestione del rischio, sapendo benissimo che non siamo soli in questo disastro perché la nostra tragedia è la stessa di tanti nostri fratelli sparsi per l’Italia meridionale (delle due Sicilie). Quante tragedie annunciate e minacciate,definite calamità naturali, potevano essere evitate o per lo meno minimizzate e quante vite umane potevano salvarsi se e solo se si faceva un minimo di prevenzione anticendio boschivo e forestale…
Il 25 Luglio saremo in piazza Matteotti per andare dal Prefetto, metterlo a conoscenza delle nostre istanze e richieste ed invitarlo sui luoghi del disastro per visitarli insieme a chi li vive quotidianamente e mostrargli che tanto si può fare per evitare tragedie del genere. Chiederemo anche che faccia da tramite con il ministro dell’ambiente e il Governo tutto per avere un incontro. Di seguito il nostro manifesto.

— Sono ormai decenni che tutta la nazione dagli appenini e montagne abbruzzesi alle montagne Siciliane viene intensamente interessata dal fuoco proprio nella stagione estiva. L’esteso incendio che ha distrutto il meraviglioso Parco Nazionale del Vesuvio nel napolentano cosi la riserva naturale dello zingaro in Sicilia proprio in questi giorni non può essere definito EMERGENZA ma una incosciente mancaza di adeguata protezione (anche legislativa).

La grandiosità degli eventi,che si sono susseguiti in tutto il meridione sia per estensione che potenza,ha messo in luce l’inefficacia delle istituzioni a tutti i livelli ed un evidente mano longa criminal politica speculativa.
La mancanza di prevenzione e di pianificazione del rischio ha fatto tutto il resto del danno e la non adeguata gestione dell’emergenza nel momento in cui si palesa ha completato l'opera criminale e criminosa di piromani e loro gregari (forse politici o forse solo speculativi)
Le alluvioni,frane,inondazioni,esondazioni,terremoti,eruzioni;sono all'ordine del giorno ma questo stato italiano a quanto pare ha una governativa categorica parola d'ordine di provenienza regimale che si può scrive in ME NE FREGO anzi per l'esattezza SE NE FREGANO TUTTE LE ISTITUZIONI A TUTTI I LIVELLI ed ognuna ha una sua scusa un suo scarica barile.

Perciò visto quanto è accaduto Noi Cittadini chiediamo:

1)- di essere protetti e tutelati da rischi prevedibili e pianificabili
2)- che le nostre città siano dotate di piani di protezione civile ed uffici efficienti senza più deroghe,pena la decadenza del Sindaco e della Giunta
3)- che questi stessi piani siano portati a conoscenza della cittadinanza con opportuna diffusione e messa in prova in tempi di quiete con esercitazioni e attraverso un dialogo continuo e costante con la popolazione
4)- che ci sia chiara divisione dei compiti (ma anche delle pene) e coordinamento tra tutti gli enti: cosa compete ai sindaci,cosa alle regioni, cosa ad altri attori (ad esempio il Parco Nazionale del Vesuvio),cosa alla Stato,perché non si giochi più a scaricabarile sulle nostre vite.

Finora nemmeno le tragedie con centinaia di perdite umane e devastazione,hanno fatto sì che cambiasse qualcosa in termini di prevenzione e gestione dell’emergenza.
Noi non ci fermeremo fin quando non avremo FATTI.
Auspichiamo che questa presa di coscienza coinvolga tutta la nazione intera.
<< dopo la manifestazione si effettuera una occupazione coatta in alcune piazze della città metropolitana di napoli e di altre città nell'intera nazione,finchè non naranno spenti tutti i roghi criminali!!! luoghi orari e dettagli verranno forniti in seguito ai presenti per evitare qualsiasi malsivoglia infliltrazione dannosa >>
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi più atteso in Napoli :

Arenile presenta Francesco Gabbani in concerto
Arenile di Bagnoli
Caserta di Notte: Visita alla Reggia
Anima di Napoli
Il Gran Ballo di Cenerentola
Teatro San Carlo
Santificazione della Pizza
Napoli, Campania, Italy
Capodimonte by night tra arte e cibo!
Museo Nazionale di Capodimonte
Cristina D'Avena a Napoli
Arenile di Bagnoli
Aperitivo sotto le stelle
INAF Osservatorio Astronomico di Capodimonte
Justice-Woman World Tour
ETES Arena Flegrea
Back to the Style - International Graffiti Jam - Naples
Back to the Style
Fabri Fibra live "Fenomeno tour" Napoli
Teatro Palapartenope
Gli eventi più popolare nel tuo newsfeed!